Georges Perec, La vita istruzioni per l’uso

Ci sono libri pesanti, che fanno pagare ogni pagina. Libri gravidanza, quasi sempre, in cui la ricompensa vale la fatica. In questo caso, gravidanza per il lettore, gravidanza di sette anni per l’autore. Per me, La vie, mode d’emploi è stata un’intera estate di cesello quotidiano dell’occhio, un lento corpo a corpo con il tedio,Continua a leggere “Georges Perec, La vita istruzioni per l’uso”

Cormac McCarthy, La strada

Non puoi fermare quello che sta arrivando. Ellis Io ero a cavallo, e attraversavo le montagne di notte. Attraversavo un passo, in mezzo alle montagne. Faceva freddo, e a terra c’era la neve… Lui mi superava con il suo cavallo e andava avanti, continuava a cavalcare senza dire una parola. Lui… era avvolto in unaContinua a leggere “Cormac McCarthy, La strada”

Grazie, Doug.

Ricordo ancora quando trovai questo libro, usato, in una delle mie innumerevoli incursioni da consumato cercatore di perle. Era appoggiato allo scaffale, copertina a faccia davanti, con il triangolo di Penrose che sorrideva come chi ti aspettava da tempo. Non ho neanche chiesto quanto costava, io che sono tirchio che faccio schifo, tanto lo aspettavoContinua a leggere “Grazie, Doug.”

L’arte di Sergio Toppi

Toppi è il Borges del fumetto. Mi è stato presentato così, ed è stata una delle poche volte in cui le mie alte aspettative sono state pienamente esaudite. Un genio della carta e della matita. Sfiora la perfezione dei dettagli, della sceneggiatura, della composizione. Se dovessi trovare un aggettivo, direi assoluto. Consigliato a chi amaContinua a leggere “L’arte di Sergio Toppi”

La zia ha adottato un licantropo

Ricordo ancora il brivido di paura che ebbi, nettissimo, leggendo la storia che da il nome al libro. Che ai miei occhi di bimbo regalò una delle più belle presentazioni che si potessero avere, in note di copertina, nominando un oscuro Saki come maestro di Dahl. E rivelando l’assoluta predilezione di Quentin Blake per entrambi.Continua a leggere “La zia ha adottato un licantropo”