Auguri Linux!

Ieri era l’anniversario del 25 agosto 1991, quando Linus Torvalds, ventenne studente finlandese, annunciò in una lista di informatici che stava scrivendo un piccolo sistema operativo, e l’avrebbe rilasciato sotto la licenza libera GPL. Dopo vent’anni, Linux (o più precisamente, GNU/Linux) è il sistema operativo libero più diffiuso del mondo, utilizzato ovunque e in qualsiasiContinua a leggere “Auguri Linux!”

Quando (su Linux) spostate la cartella della Scrivania per sbaglio…

…dentro un’altra cartella, e non riuscite più a riportarla al suo posto, tipo invece di aubrey/Scrivania avete aubrey/Immagini/Scrivania e tutti gli spostamenti e copiancollaggi da root non servono a una cippa e fate un casino boia, voi con somma calma fate gedit ~/.config/user-dirs.dirs e ripristinate gli indirizzi giusti. Dio benedica i geek ubuntisti.

Del ricoverare la risoluzione del computer dopo che il proiettore della conferenza vi ha scasinato Ubuntu

Se vi capita di andare ad una conferenza (tipo, una a caso, BOBCATSSS) e di offrire il vostro laptop per proiettare le slides, e se il vostro Ubuntu fa le bizze con il proiettore e la risoluzione di schermo, e passate alla scrausissima (ma ahimè utile) versione di Vista che avete tenuto per visualizzare leContinua a leggere “Del ricoverare la risoluzione del computer dopo che il proiettore della conferenza vi ha scasinato Ubuntu”

Stereotipi 3, lettura digitale e altre geekaggini

Direi di continuare la serie di pregiudizi e stereotipi che insidacabilmente pervengono al mio occhio profondamente italico. A Tallinn fa un freddo porco. Per scaldarsi gli estoni, come hanno giustamente imparato dai Russi, bevono vodka. La vodka è buona. Gli asiatici (vietnamiti, thailandesi e indonesiani nell’ordine) fanno un bordello di foto, con le ditina aContinua a leggere “Stereotipi 3, lettura digitale e altre geekaggini”