Helsinki, Oslo

Helsinki Non pervenuta. Sarà che c’era freddo, che il tempo faceva schifo, che non trovavo una piazza o un monumento che mi desse il baricentro della città, ma a me non ha detto nulla. Da Tallinn sono due orette di nave, si fa anche in giornata, e con ogni probabilità d’estate merita più che d’inverno.Continua a leggere “Helsinki, Oslo”

Nevica, governo ladro.

Una cosa divertente dei paesi nordici è la confidenza col gelo. Ad Oslo da ottobre avevo notato che le gomme delle macchine facevano rumori strani (tipo pneumatico nuovo appena comprato), finchè non sono andato ad osservare delle macchine parcheggiate ed ho visto che le gomme erano chiodate… Quando abiti in un posto sperduto a latitudiniContinua a leggere “Nevica, governo ladro.”

Stereotipi 3, lettura digitale e altre geekaggini

Direi di continuare la serie di pregiudizi e stereotipi che insidacabilmente pervengono al mio occhio profondamente italico. A Tallinn fa un freddo porco. Per scaldarsi gli estoni, come hanno giustamente imparato dai Russi, bevono vodka. La vodka è buona. Gli asiatici (vietnamiti, thailandesi e indonesiani nell’ordine) fanno un bordello di foto, con le ditina aContinua a leggere “Stereotipi 3, lettura digitale e altre geekaggini”

Fatti miei

Settimana finita ieri, settimana che inizia oggi. Il tempo si alterna fra bello e brutto, in realtà con un certo equilibrio. Si esce tranquillamente con felpa e giacca nelle brutte giornate, inizio a preoccuparmi del Generale Inverno che si avvicina minaccioso. Oggi si parte direttamente con il corso di Norvegese (!!!), poi Digital documents. QuestaContinua a leggere “Fatti miei”