E questo, definisce la mia Pasqua.

“al netto che Gesù è davvero il capro espiatorio che ha rivelato le cose nascoste sin dalla fondazione del mondo, ovvero il meccanismo vittimario su cui si regge ogni società/comunità umana, ovvero il religioso, la nascita del mito e del rito, al netto di tutto questo che possiamo attingere da una pacifica anche se nonContinua a leggere “E questo, definisce la mia Pasqua.”

Un Dio di sola miseria e misericordia

A commento di uno splendido post di Lucas. Caro Lucas, ritorno ora dalla messa di mezzanotte. E’ solo l’ultimo di questi Natali che sento sempre meno, e so che è da tempo che il mio cuore non vibra più di tanto al presunto soffio dello Spirito. Ogni tanto mi illudo di chiamare tutto questo “notte”,Continua a leggere “Un Dio di sola miseria e misericordia”

Don Milani, Un muro di foglio e di incenso

A Nicola Pistelli, direttore di “Politica”, Firenze Barbiana, 8 agosto 1959 Caro Nicola, l’opinione pubblica attribuisce ai cattolici di destra lo strano privilegio d’apparire quelli che viaggiano sul sicuro, saldamente agganciati alla roccia della Chiesa. Voi invece quelli della zona pericolosa sull’orlo del precipizio. Le cose non sono così semplici. La via che conduce allaContinua a leggere “Don Milani, Un muro di foglio e di incenso”

Inglese, cibernetica e fantasmi

E’ qualche tempo che penso spesso all’importanza di avere per lingua madre una lingua rilevante, una lingua che possieda una propria letteratura, anche e soprattutto un letteratura scientifica, accademica. I madrelingua inglese, tanto per fare un esempio topico: non devono sforzarsi a parlare una lingua non loro, sono gli altri che si adeguano al loroContinua a leggere “Inglese, cibernetica e fantasmi”