I libri del 2015

Ogni anno, anche grazie ad Aaron, mi piace ricapitolare i libri che ho letto (nel caso vi interessasse, ci sono anche il 2014, 2013, 2012, 2011). Quest’anno ho deciso di giocare un po’ anche con alcune statistiche, analizzando quantitativamente grazie ai dati che tengo grazie ad aNobii, e visualizzandoli con RAW. Il post è quindiContinua a leggere “I libri del 2015”

Le biblioteche digitali non sono tutte uguali

Uno dei problemi del termine “biblioteche digitali” è che vuol dire tutto e niente. È un discorso che si fa fino alla noia anche in università: cosa sono le biblioteche digitali, dove si traccia il confine, come fare una tassonomia fra i millemila progetti diversi che sono sul web. L’articolo del Foglio su MLOL Plus,Continua a leggere “Le biblioteche digitali non sono tutte uguali”

Reading as sharing

Few days ago, Craig Mod, wrote a piece about his reading habits, about how digital ebooks got him excited for years, and then he slowly came back on paper. Craig’s critics to ebooks, to the whole ecosystem of digital books, are completely reasonable. If we have to rely on Amazon’s Kindle for storing our books,Continua a leggere “Reading as sharing”

Impatto

Ne Il dio geloso dell’opensource Luca pone un sacco di domande, io vorrei provare a rispondere solo a questa: un ente che rilascia materiali su Wikipedia, su OpenStreetMap, come può essere in grado di stare al passo dello sviluppo entrando nella comunità, mantenendo il suo ruolo nella comunità d’origine? Se uno ci pensa, Wikipedia haContinua a leggere “Impatto”

Il dibattito di OpenMLOL al Convegno delle Stelline

Trovate una riflessione qui, sul blog di MLOL. Aggiungo, nuovamente, i miei ringraziamenti a tutti quelli che hanno partecipato, perchè è stato bello vedere insieme un sacco di belle persone parlare di un sacco di belle cose. Ora proveremo a fare tesoro degli spunti, e fare qualcosa di serio. Secondo me ci divertiamo.