Delle cose nascoste sin dalla fondazione del mondo

Una cosa per cui la tecnologia, tendenzialmente, non mi fa paura, è quando svela o accentua qualcosa che già esiste. Perché è il suo lavoro (della tecnologia intendo) quello di moltiplicare. Ogni tecnologia è una protesi [1], qualcosa che inventiamo per sviluppare e incrementare e moltiplicare i nostri sensi e il nostro controllo (telefono, occhiale,Continua a leggere “Delle cose nascoste sin dalla fondazione del mondo”

Wikidata è l’asilo nido dei computer

Wikidata è una knowledge base collaborativa, un archivio wiki di dati strutturati e connessi. Dati E’ un progetto a lungo desiderato da molti utenti di Wikipedia, per un problema semplice ma fondamentale: cioè che Wikipedia lavora molto bene con del testo, ma molto male con dei dati strutturati. Avete presente gli infobox, quei boxini pieni diContinua a leggere “Wikidata è l’asilo nido dei computer”

Qui o si fa (leggere) l’Italia o si muore

L’ISTAT ci dice che l’Italia legge poco, pochissimo, e questa è una brutta notizia, e una conferma. If you think education is expensive, try ignorance, diceva quello, e per me è un mantra, una piccola verità da portarsi dentro, nella sua contraddizione. Leggere fa bene alla vita, in sostanza, perchè aiuta a capire il mondoContinua a leggere “Qui o si fa (leggere) l’Italia o si muore”

Originally posted on bibliotecari non bibliofili!:
C’era una volta Wikipedia, quell’entità che sostiene di essere un’enciclopedia ma è in realtà un formicaio. Trattandosi di un modello ecologico avanzato, il formicaio ospita umani e macchine senza che nessuno si offenda. Dentro il formicaio avvengono tantissime cose, non metterci dentro la testa neanche per un attimo sarebbe…