Biblioteche digitali: cerchi e spirali

Cose che abbiamo fatto a MLOL, nel 2017. MLOL Blog A volte, per descrivere il modo in cui funziona MLOL, uso l’espressione “innovazione a ciclo continuo”. L’espressione è forse un po’ così ma il senso è per me molto concreto: da quando abbiamo iniziato a fare MLOL nel 2009, ogni singolo giorno lavorativo è statoContinua a leggere “Biblioteche digitali: cerchi e spirali”

Perchè leggere è importante

Chefuturo ha chiuso i battenti, e quindi anche i server. Ripubblicherò qui sulk blog qualcuno degli articoli che ho scritto, quelli che mi sembrano ancora validi. Questo è stato pubblicato originariamente il 22 novembre 2013. Dal 15 maggio 2005 al primo novembre 2012, Aaron Swartz ha scritto un blog. Il blog era il posto doveContinua a leggere “Perchè leggere è importante”

ItWikiCon, un racconto possibile

Originally posted on librarianscape:
Questo è un personalissimo resoconto dei tre giorni che ho passato alla ItWikiCon, il raduno dei volontari che contribuiscono ai progetti Wikimedia in lingua italiana, che si è tenuto a Trento dal 17 al 19 novembre 2017. Tanti wikipediani tutti insieme non li avevo mai visti. Wikipediani, ma non solo. Perché non…

Come ho imparato che cos’è il parelio

Originally posted on librarianscape:
Qualche tempo fa la biblioteca pubblicò un post sulla propria pagina Facebook per segnalare la digitalizzazione di un’opera molto rara, che descrive un “prodigio” avvenuto nel 1536: la comparsa di tre soli nel cielo. Indubbio è il fascino dei libri antichi; ma questo documento, proprio per il tema trattato, mi aveva particolarmente…

Open data e open source per una biblioteca digitale aperta

Un paio di mesi fa, ho scritto quest’articolo per Biblioteche Oggi, sull’esperienza che stiamo facendo con OpenMLOL e le biblioteche digitali aperte. MLOL Blog Il tema del convegno delle Stelline di quest’anno era “La biblioteca aperta”, e ci è sembrato particolarmente indicato per raccontare a tutti la nostra versione di biblioteca aperta. O meglio: comeContinua a leggere “Open data e open source per una biblioteca digitale aperta”