RIP my darling boy.

(più passano gli anni, e siamo a sette, più la mamma di Aaron posta sue fotografie da piccolino. Non tante, non sempre: su twitter, il giorno del suo compleanno, e ovviamente ogni maledetto 11 gennaio.
Aaron aveva 26 anni, ma via via che passa il tempo sua mamma lo custodisce, lo ricorda come è nel suo cuore, come l’ha vissuto lei, davvero, in quei momenti magici che sono per una madre i primi anni del suo primo figlio. Non l’Aaron Swartz intellettuale ed eroe che ammiriamo noi, ma quello con la faccia furbetta e birichina che giocava con i fratelli, che sorrideva alla camera di papà. È una cosa che ho notato solo dopo che è nato Tommi, e mi spezza il cuore tutte le volte.)

Immagine

2 pensieri su “RIP my darling boy.

  1. Una cosa che evidentemente essere padre non ti ha ancora insegnato è che NON sei autorizzato a pubblicare articoli dal titolo “RIP my darling boy”. Vuoi ammazzarmi?

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...